L’identikit della tartaruga embricata

L'identikit della tartaruga embricata

Se vedi una tartaruga con la corazza di colore ambra scuro con striature marroni o nere, e la pancia giallo-biancastra, è una tartaruga embricata. Il becco assomiglia a quello di un falco ed è fortemente uncinato, da cui il suo nome. La corazza presenta spesse squame sovrapposte e dentellate lungo il bordo posteriore. Queste tartarughe vivono lungo le barriere coralline negli oceani tropicali e mangiano spugne di corallo. Molto spesso puoi incontrare queste tartarughe intorno alle isole maldiviane. È uno spettacolo indimenticabile vedere il riflesso dei colori di una tartaruga embricata che nuota intorno a un corallo illuminato da un raggio di sole. Le tartarughe embricate hanno un ruolo ecologico unico e molto importante nell’ecosistema marino, derivante da una dieta spesso ricca di spugne, in quanto assicurano in tal modo la salute della barriera corallina.

Le tartarughe embricate migrano per centinaia di miglia tra le loro aree di alimentazione e le spiagge di nidificazione per trovare il posto perfetto per i loro cuccioli.

Hanno il loro posto per dormire e ritornano nello stesso punto ogni notte. Oggi le tartarughe embricate rappresentano meno del 10% della popolazione presente un secolo fa, che a sua volta era probabilmente meno del 5% delle tartarughe presenti secoli prima.

Secondo la World Conservation Union le tartarughe embricate sono in pericolo di estinzione e vengono inserite nella lista rossa delle specie minacciate.

Uno dei compiti più difficili è quello di sviluppare piani di conservazione locali per i vari luoghi in cui vivono e nidificano tali creature marine. Come subacquei, dobbiamo diffondere la consapevolezza dell’importanza di conservarle e proteggerle, e soprattutto convicere la gente che le tartarughe vive valgono più delle loro conchiglie!